All right reserved Pintako.com

Sport



Per l'Italia è l'ottava medaglia di questa olimpiade che la posiziona nel ranking dietro gli U.S.A in seconda posizione, con i suoi 2 bronzi 3 argenti e 3 ori. L'ultimo conquistato dal nostro tiratore Niccolò Campriani nella categoria Carabina 10 Metri, il tiratore fiorentino ha ottenuto un punteggio di 206.1 precedendo il suo più vicino avversario l'ucraino Serhiy Kulish che ha totalizzato un punteggio di 204.6, per il fiorentino questa è la seconda medaglia d'oro.
Leggi Tutto >>

Il numero uno del tennis Novak Djokovic è stato battuto dall'argentino Juan Martin Del Potro al primo turno con un risultato di 7-6 (2) 7-6 (4) un match dalla durata di 2 ore 25 minuti circa.Djokovic ha definito questa come una delle sconfitte più pesanti della sua vita e con le lacrime agli occhi per la sconfitta si è congratulato con l'argentino per la sua vittoria stringendogli la mano e finendo il tutto con un abbraccio (Per chi non lo ricordasse Del Potro lo aveva già battuto nel 2012 a Londra.)   Questa per l'argentino è stata una giornata indimenticabile, non solo per la vittoria ma anche per la mattinata prima del grande incontro.Juan Martin Del Potro era rimasto bloccato in un ascensore del villaggio Olimpico per 40 minuti a causa di un black-out.Ha infatti postato su Twitter una foto di lui dentro l'ascensore con scritto:E' cosi che Delpo ha iniziato la sua giornata: Bloccato in un ascensore al Villaggio Olimpico per 40 minuti! E' poi stato salvato/soccorso da due giocatori di pallamano che sentendo le sue urla di richiesta di aiuto hanno forzato le porte dell'ascensore fancendolo uscire da li. In quei 40 minuti chiuso in ascensore avrà studiato delle tattiche per vincere contro il suo avversario? In questo caso dopo la sua avventura mattutina e la vittoria in serata possiamo dire che: Non sempre il buongiorno si vede dal mattino!
Leggi Tutto >>

I Giochi della XXXI Olimpiade  si terranno a Rio de Janeiro, in Brasile, dal 5 al 21 agosto 2016. La città brasiliana diventa la prima sudamericana ad ospitare un'edizione dei Giochi olimpici estivi.
Leggi Tutto >>

Accordo per il preliminare di cessione del 99% del club in cambio di 740 milioni (compresi i 220 milioni di debiti) a un nuovo gruppo orientale guidato da Yonghong Li: la firma a Villa Certosa. Il club passa nelle mani della Sino-Europe Investment Management Changxing   Dopo trent'anni Silvio Berlusconi ha ceduto il Milan. L' accordo è stato raggiunto tra Fininvest, proprietaria del 99,93% delle quote del club rossonero, e una cordata d'investitori cinesi che versano 740 milioni (compresi i 220 milioni di debiti: ma le cifre sono ancora da confermare) per acquistare tutte le azioni in mano alla holding della famiglia Berlusconi. Dopo l'intesa, in mattinata le parti hanno firmato il preliminare di cessione del 99,93% delle quote, poi entro fine anno ci sarà il closing. Alle 14.06 è arrivato anche il comunicato di Fininvest che ha ufficializzato l'affare e nel quale non c'è alcuna traccia di Galatioto e Gancikoff. Una firma col colpo di scena: ad acquistare i rossoneri non è stata la cordata cinese rappresentata dai manager Gancikoff e Galatioto, né il gruppo Fosun, Silvio Berlusconi negli ultimi tempi, ha avuto trattative con un nuovo gruppo orientale rappresentato dal manager Yonghong, tutte le trattative sono state condotte in gran riservatezza, fino al momento della firma che ufficializza la cessione. La cordata cinese che ha acquistato i rossoneri annota tra i maggiori investitori le società, Haixia Capital (l fondo di stato cinese per lo sviluppo e gli investimenti), e Yonghong Li, manager che ha condotto la trattativa. Non si conoscono ancora i nomi degli altri investitori che fanno parte dell'accordo: l'unico dettaglio che, al momento, si conosce è che ci sono alcuni investitori che in precedenza avevano composto la cordata Galatioto. Berlusconi da uomo d'affari navigato ha ottenuto che fossero inserite nel contratto precise clausole che assicurassero gli investimenti necessari per riportare subito il Milan a essere competitivo a livello europeo. "Con l'accordo - si legge nella nota ufficiale - gli acquirenti si impegnano a compiere importanti interventi di ricapitalizzazione e rafforzamento patrimoniale e finanziario, per un ammontare complessivo di 350 milioni di euro nell'arco di tre anni, di cui 100 milioni da versare al momento del closing". Lo Sprint finale è stato fulmineo, dopo lo stallo delle operazioni degli ultimi giorni, la trattativa ha avuto un'accelerazione nelle ultime settimane. Un'operazione alla quale hanno lavorato le banca Lazard, Bnp Paribas e Rothschild, oltre agli studi legali Gianni Origoni, Grippo, Cappelli&partners nonché lo studio Chiomenti. Il Milan arriva cosi a una svolta storica, dopo 30 anni di vittorie sconfitte rimpianti e grandissimi successi, i rossoneri si preparano cosi ad affrontare il futuro... una nuova dirigenza, un identità da ritrovare, e tanti obiettivi da raggiungere.
Leggi Tutto >>

“Mi dispiace per tutti, soprattutto per quelli che mi vogliono bene, chiedo scusa all’Italia“.   Dopo le lacrime d’addio di Antonio Conte in conferenza stampa arrivano le parole di Graziano Pellè, il centravanti perno della Nazionale di Antonio Conte e autore di un buon Europeo che ha però tradito nel momento della verità, calciando fuori un rigore dopo aver mimato il cucchiaio al portiere tedesco Neuer.
Leggi Tutto >>